La manutenzione della pinza freno: perché è così importante?

Per funzionare in modo efficace, i componenti del freno devono entrare in contatto tra loro per generare attrito. Tuttavia, quando non è necessario rallentare il veicolo, è imperativo che dischi e pastiglie siano arretrati abbastanza da non causare un contatto prolungato e ostacolare il movimento o, peggio ancora, danneggiare i componenti per il calore eccessivo prodotto dall'attrito.

Questo continuo e leggero contatto tra disco e pastiglia a lungo andare porterà ad un’usura irregolare dei componenti, ad un surriscaldamento dell’impianto e all’insorgere di rumori e vibrazioni.

Affinché un sistema frenante funzioni correttamente e in sicurezza, è necessario che i componenti si muovano liberamente. Questi ultimi sono realizzati in metallo per beneficiare della resistenza meccanica e termica del materiale ma, il lato negativo di questo, è che la maggior parte dei metalli con il tempo tende a corrodersi e deteriorarsi.

Le guide delle pinze sono tra gli elementi che si possono facilmente corrodere, a causa della reazione elettrochimica che avviene tra metallo e ambiente circostante.
L’impianto frenante di un’automobile è costantemente sottoposto a stress, oltre che a fenomeni come inquinamento, acqua, sale e sporco che accelerano il tasso di corrosione. Anche un lavaggio aggressivo ad alta pressione può essere dannoso e generare spiacevoli inconvenienti: un getto di acqua ad alta pressione è sufficiente a scalzare le guarnizioni di tenuta nella pinza e creare infiltrazioni d’acqua tra le superfici di scorrimento. I detergenti alcalini, inoltre, possono avviare fenomeni di corrosione e ossidazione che avanzano generando spiacevoli fischi, finché non si rende necessario smontare, revisionare e trattare i punti di contatto della pinza con un apposito lubrificante.
 

Quale lubrificante scegliere?

 
Scegliere il giusto lubrificante è molto importante per preservare il buon funzionamento dell’impianto. L'uso di una lubrificazione inadeguata può generare l’effetto opposto a quello desiderato, ovvero guide unte che si inacidiscono nella pinza, facendo perdere mobilità alla staffa con conseguente surriscaldamento dei freni.
 
Esistono sul mercato diversi prodotti per lubrificare l’impianto frenante: sono molto diffusi i lubrificanti a base di rame ma, per evitare fenomeni di ossidazione galvanica, sarebbe meglio utilizzare lubrificanti privi di rame.

Il tipo di lubrificante da utilizzare, inoltre, dipende dall'area di contatto che deve essere trattata. Punti di contatto esposti, come i punti di appoggio su supporti e pinze, richiedono un lubrificante che non solo deve essere in grado di far fronte alle alte temperature generate dalla frenata, ma deve anche essere resistente al "lavaggio" con acqua per continuare a fornire protezione contro la corrosione.

Brembo B-QUIET è la soluzione perfetta per questo: la formula utilizzata è completamente priva di metalli, quindi non vi è possibilità di corrosione galvanica. Il lubrificante Brembo è altamente resistente ai lavaggi ed ha un alto punto di fusione, che fornirà una protezione continua alle superfici su cui è applicato. Se ne suggerisce l’applicazione nei punti di appoggio tra le parti metalliche della pastiglia e quelle della pinza e si raccomanda, durante l’applicazione, di prestare attenzione a non contaminare la superficie di attrito di pastiglie e dischi, in quanto ciò potrebbe compromettere le prestazioni di frenata.

Le guide di scorrimento della pinza flottante e i relativi perni richiedono invece un diverso tipo di lubrificante. Le parti in gomma della pinza freno (guarnizioni di tenuta, cuffie parapolvere, tappi, soffietti per le guide) sono prodotte utilizzando EPDM, che è un materiale compatibile con i liquidi freno DOT.

L'EPDM potrebbe essere danneggiato utilizzando prodotti non compatibili, come olio minerale, lubrificanti e detergenti non tollerabili. Le parti in gomma assorbirebbero il lubrificante e con il tempo si gonfierebbero, perdendo la capacità di tenuta. Questo provocherebbe seri danni alla pinza freno con conseguenze anche su dischi e pastiglie, sulle performance e il comfort in frenata, nonché sulla durata stessa dei componenti.

Per questo, quando si eseguono le operazione di manutenzione della pinza è opportuno scegliere con attenzione il lubrificante corretto da applicare alle differenti aree, nonché è opportuno eseguire in maniera corretta tutte le operazioni annesse alla lubrificazione e alla verifica dei componenti.
 
La manutenzione della pinza freno: perché è così importante?
 

Come effettuare una corretta manutenzione della pinza freno?

 
Una adeguata manutenzione della pinza, eseguita da un professionista, prevede una serie di operazioni che permetteranno di mantenere il componente in piena efficienza:
  • Ispezionare e pulire le molle e la staffa della pinza. Pulire con attenzione le sedi delle pastiglie;
  • Lubrificare le aree di contatto tra pastiglia e pinza con apposito lubrificante;
  • Controllare pistoni, guarnizioni, cuffie ed elementi di scorrimento della pinza, per assicurarsi che siano privi di danni e corrosione e che siano in grado di scorrere. È inoltre opportuno verificare che non ci siano perdite;
  • Pulire e lubrificare i perni di scorrimento della pinza con un lubrificante dedicato;
  • Utilizzare un grasso specifico per ogni componente;
  • In caso di componenti danneggiati, corrosi o piegati, sostituirli con componenti nuovi e di qualità (scopri di più sul kit Brembo di riparazione pinze freno).
Hai qualche altro dubbio?
Contatta l'assistenza Brembo, i nostri tecnici risponderanno il prima possibile!
Torna all'indice
Montaggio e Manutenzione
Leggi il prossimo articolo
Coppie di serraggio