Lo spessore minimo del disco freno

Il corretto funzionamento del sistema frenante di un veicolo è legato a diversi fattori.
Nella fase di manutenzione ci si sofferma spesso sull’usura delle pastiglie, tralasciando il controllo dello spessore dei dischi. In maniera del tutto errata, si tende infatti a credere che il disco freno non sia soggetto a usura. In realtà, lo stesso fenomeno responsabile dell’usura delle pastiglie produce con il tempo l’usura anche del disco freno.
 
Il limite di usura del disco è identificabile come lo spessore sotto il quale non è garantita la corretta efficacia dell’azione frenante. Si tratta di un parametro fondamentale e da tenere in considerazione durante i controlli periodici.
 

A quali conseguenze porta l’impiego di un disco troppo usurato?

 
Una riduzione dello spessore riduce la capacità di dissipazione del calore del disco e la sua resistenza meccanica, innescando una serie di criticità e malfunzionamenti, quali:
  • formazione di cricche termiche sulla fascia frenante, dovute all’aumento delle temperature e alla riduzione dello spessore resistente
  • deformazione del disco con insorgenza di vibrazioni e rumori
  • allungamento della corsa del pedale, causato dalla riduzione dello spessore della fascia frenante. In casi estremi, questo può causare anche la perdite di tenuta del pistoncino della pinza, nonché la fuoriuscita o il bloccaggio delle pastiglie stesse.
 
Oltre ai problemi sopracitati, l’utilizzo di un disco usurato potrebbe portare al manifestarsi anche di altri fenomeni molto pericolosi, che si possono innescare in modo particolare in condizioni di utilizzo gravoso del veicolo. Parliamo di vapor lock e del fading.
L’elevata temperatura del disco accompagnata da un numero elevato di frenate - tipico di un percorso di montagna - può generare il fenomeno del vapor lock: l’innalzamento, cioè, di oltre i 200°C della temperatura del liquido contenuto nell’impianto frenante
Il surriscaldamento del liquido genera all’interno del circuito delle bolle d’aria, di per sé comprimibili, che fanno sì che il pedale del freno venga schiacciato, anche fino in fondo, senza dar luogo ad alcuna decelerazione.
 
Anche il fenomeno del fading è legato all’incremento delle temperature, conseguenze delle riduzione dello spessore del disco e dell’utilizzo gravoso dell’auto. A causa dell’aumento della temperatura avremo una diminuzione del coefficiente di attrito tra pastiglia e disco con conseguente incremento dello spazio di frenata.
 
Lo spessore minimo del disco freno
 

Come si misura lo spessore minimo del disco freno?

 
Per misurare correttamente lo spessore minimo del disco freno è necessario l’utilizzo di un calibro. Il rilevamento deve essere effettuato almeno su 4 punti diversi. Il valore più basso va preso come riferimento per l’intero disco.
Questo dato va confrontato con quello impresso direttamente sul disco e identificato dalla sigla MIN TH = (Minimum Thickness), seguita dalla quota in millimetri. Se la misurazione effettuata restituisce valori inferiori a MIN TH, si deve procedere con la sostituzione. 
Infine, è importante sottolineare che è necessario sostituire i dischi da entrambi i lati anche se un solo disco risultasse sotto il livello minimo di usura.
 

Come si risolve?

 
Per garantire l’incolumità di guidatore e passeggeri è necessario controllare l’intero impianto frenante su base periodica. In questo modo si può essere certi del corretto funzionamento dei freni, evitando così rotture o danni.
Ad ogni ispezione, tutti i componenti guasti devono essere necessariamente sostituiti.

In occasione della revisione, sia ordinaria che straordinaria, è importante anche effettuare un controllo visivo dello stato dei dischi. In linea di massima, si può ipotizzare la sostituzione dei dischi ogni due cambi pastiglie.

La sostituzione deve avvenire secondo le specifiche del produttore, utilizzando una chiave dinamometrica per il serraggio delle viti, applicando il corretto valore della coppia, e seguendo la corretta sequenza di serraggio.
 
Consulta la tabella coppie di serraggio Brembo: Coppie di serraggio – Supporto Brembo
Hai qualche altro dubbio?
Contatta l'assistenza Brembo, i nostri tecnici risponderanno il prima possibile!
Torna all'indice
Montaggio e Manutenzione
Leggi il prossimo articolo
La manutenzione della pinza freno: perché è così importante?