News

La primavera è alle porte

15 marzo 2021

Il check-up di sicurezza dei freni in 5 step

La primavera è alle porte e presto si potrà eseguire il passaggio alle gomme estive, come previsto dalla legge. Il cambio gomme è l’occasione ideale per far controllare anche lo stato dei freni.
 
Primo step: il controllo generale
 
Se non si sentono vibrazioni o strani rumori per cui occorre rivolgersi subito al meccanico, è bene far controllare l’impianto frenante ogni 15.000/20.000 Km per scongiurare il rischio di trovarsi all’improvviso in condizioni di pericolo.
 
Il cambio gomme è l’occasione perfetta per far controllare l’auto e verificare che anche l’impianto frenante sia in condizioni ottimali. E per intervenire subito nel caso in cui sia necessario sostituire alcune parti.
Durante l’inverno l’auto e i componenti sono messi a dura prova da neve, ghiaccio, pioggia, sale e freddo.

During the winter, your car and its components are severely tested by snow, ice, rain, salt and cold.
 
Secondo step: le pastiglie
 
Le pastiglie dei freni sono in buone condizioni fino a quando raggiungono il cosiddetto spessore minimo, ovvero lo spessore al di sotto del quale non sono più in grado di svolgere correttamente il loro lavoro.
 
Le pastiglie dei freni sono dotate di un indicatore di usura che segnala quando è arrivato il momento di sostituirle. A seconda del sistema frenante adottato, l’indicatore di usura può essere di tipo elettrico o acustico.
 
Le pastiglie dei freni Brembo garantiscono un brevissimo spazio di frenata e un eccellente comfort di guida grazie all’inserto multistrato Brembo ESE (Elastomer – Steel – Elastomer) che riduce al minimo rumore e vibrazioni.
 
Terzo step: i dischi
 
Anche i dischi dei freni devono essere sostituiti quando raggiungono lo spessore minimo.
Lo spessore deve essere misurato con un calibro in almeno 4 punti diversi del disco e si utilizzerà come riferimento il valore più basso rilevato. Questo valore deve essere confrontato con il numero impresso sul disco, indicato dalla scritta “MIN TH”, che sta per Minimum Thickness, o spessore minimo. Se il valore misurato è inferiore a quello specificato, il disco deve essere sostituito. È importante tenere presente che i dischi devono essere sostituiti su entrambi i lati anche se solo uno dei due risulta inferiore allo spessore mimino. I dischi dei freni Brembo sono verniciati utilizzando la tecnologia UV che ha un ridotto impatto ambientale e rende i dischi estremamente resistenti alla corrosione ed esteticamente gradevoli. Per gli appassionati, i dischi Xtra e Max sono particolarmente brillanti in ogni situazione. I fori e le scanalature combinano un look accattivante con prestazioni efficienti e brillanti in qualsiasi condizione di frenatura.
 
Quarto step: il liquido freno
 
Il liquido freno è essenziale per mantenere tutto l’impianto perfettamente lubrificato. La sua presenza assicura il corretto spazio di frenata e protegge dai pericoli. Di contro, se il livello del liquido è basso e il liquido è consumato potrebbe dar luogo al temuto fenomeno della bolla di vapore o vapour lock, ossia a un pericoloso surriscaldamento del sistema con la conseguenza di non poter frenare entro lo spazio adeguato.
Le gomme slitterebbero con gravi conseguenze per chi guida, gli altri veicoli ed eventuali pedoni. I liquidi freno Brembo Premium hanno viscosità ridotta e alto punto di ebollizione, ed offrono pertanto eccellente resistenza al vapour lock assicurando l’efficacia della frenata anche alle basse temperature. Grazie alle elevate proprietà anti-corrosione e alla resistenza all’ossidazione, il liquido freno Brembo consente di mantenere inalterate a lungo le caratteristiche chimico/fisiche del liquido all’interno del circuito, preservandone così l’integrità.
 
Quinto step: le pinze
 
Le pinze, a differenza degli altri componenti del sistema frenante, non vengono danneggiate dall’attrito, ma in seguito alla normale usura o per cause accidentali.
Per chi vive in aree con condizioni climatiche avverse, la durata prevista delle pinze si abbassa: neve, gelo, sale e sostanze chimiche influiscono negativamente sulle pinze.
Le pinze rigenerate Brembo sono progettate per offrire massime prestazioni in tutte le condizioni di guida, grazie alla loro robustezza e all’eccezionale durata. Progettate per offrire le stesse prestazioni di quelle nuove, le pinze rigenerate Brembo rispettano l'ambiente.
Il processo di rigenerazione comprende tre diverse fasi. Dopo essere state controllate, le pinze freno sono contrassegnate con un’incisione che le identifica come prodotto rigenerato in modo che non siano sottoposte a ulteriori processi di rigenerazione e vengono fornite pronte per l’installazione.
 
Brembo Parts close
Iscriviti alla newsletter
Ricevi gli aggiornamenti sui nuovi prodotti, contenuti di supporto e tutte le novità del mondo Brembo.
Iscriviti ora!